20 risultati per "Malattia"

Articoli

La fibrosi polmonare idiopatica

L'IPF fa parte delle cosiddette malattie polmonari interstiziali (ILD), ovvero un gruppo eterogeneo di circa 150 malattie polmonari caratterizzate da vari gradi di infiammazione e fibrosi.

I 5 sintomi più comuni

Il quadro dei sintomi, e di come evolvono nel tempo, è variabile da paziente a paziente. Quando compaiono, i primi sintomi consistono in tosse secca e dispnea. Altri sintomi avanzati sono debolezza, calo di peso e ispessimento dei letti delle unghie.

I fattori di rischio

Nonostante intense ricerche, attualmente non si conosco ancora chiaramente né le cause della fibrosi polmonare idiopatica né i fattori e/o le caratteristiche individuali che possono indurne lo sviluppo. Sono comunque in corso diversi studi che permettono di formulare diverse ipotesi.

I dati sulla fibrosi polmonare

Quanto è diffusa l’IPF in Italia? La fibrosi polmonare idiopatica (idiopathic pulmonary fibrosis, IPF) è una malattia rara, ma probabilmente meno di quanto si pensi. Si presenta più frequentemente negli uomini dopo i 60 anni di età. La frequenza di questa malattia può risultare sotto-stimata perché la diagnosi è complessa.

Cosa cambia?

La fibrosi polmonare idiopatica interferisce con la qualità di vita dei pazienti e dei suoi familiari. Ridurre le limitazioni fisiche e le ripercussioni psicologiche è possibile se si affronta la malattia in modo attivo e positivo.

Notizie

Domande

Glossario

Biopsia polmonare

Consiste nel prelevare e nell'analizzare in laboratorio un piccolo campione di tessuto polmonare, proveniente da un individuo con sospetta malattia grave ai polmoni. Esistono 3 modalità differenti di prelievo: la biopsia broncoscopica, l'agobiopsia polmonare e la biopsia polmonare "a cielo aperto".

Video

dottoressa - ipf e alimentazione

IPF e alimentazione

La Dott.ssa Alessia Fumagalli – Responsabile del Servizio di Nutrizione Clinica nelle Pneumopatie U.O. di Pneumologia Riabilitativa, INRCA– Psicologa, specialista in psicoterapia individuale e di gruppo – illustra l’importanza dell'alimentazione per la gestione dell'IPF.

Documenti